A GATTINARA PRESENTAZIONE PROGRAMMA INTERCULTURA

Dopo la visita in alcuni Istituti Superiori, giovedì 19 ottobre, alle ore 21.00, presso la sala conferenze di Villa Paolotti, i volontari di Intercultura presenteranno in dettaglio le attività dell’Associazione, con proposte di permanenza e studio all’estero ai ragazzi interessati e alle loro famiglie, e altre forme di collaborazione agli scambi, anzitutto con l’offerta di ospitalità a ragazzi stranieri, con testimonianze di chi ha già partecipato a questi progetti.

Intercultura è una onlus con oltre 50 anni di esperienza nell'attività di scambio internazionale di studenti delle scuole superiori, tra i 15 e i 17 anni di età: ogni anno circa 2.200 ragazzi italiani, vincitori del Concorso nazionale, partono per l'esperienza di studio all'estero.

I programmi possono prevedere brevi esperienze estive per arrivare a permanenze di 3 e 6 mesi, fino all'intero anno scolastico; contemporaneamente circa 500 ragazzi da tutto il mondo vengono ospitati da famiglie italiane.

Tantissimi gli studenti che partono grazie a borse di studio messe a disposizione di Intercultura da parte di sponsor pubblici e privati e quest’anno i test di selezione al Concorso si svolgeranno a Novara il 18 Novembre.

«Intercultura è una sfida, un percorso educativo, un’esperienza che contribuisce alla crescita dei ragazzi e delle loro famiglie, ma soprattutto - ci piace dire - è una storia che dura tutta la vita perché la proposta di un periodo di vita e studio all'estero, lontano da casa e dalle proprie abitudini, è rivolta a ragazzi coraggiosi, pronti a mettersi in gioco, ed alle loro famiglie, che hanno fiducia in questo progetto».

L’esperienza di studio in uno dei 65 Paesi proposti da Intercultura non è una vacanza, ma un progetto educativo completo perché, ovunque andranno, i ragazzi dovranno frequentare la scuola con profitto, rispettare le regole ed integrarsi nella comunità che li ospita imparando velocemente la lingua per facilitare le comunicazioni e condividere la vita della famiglia e dei compagni di scuola. Un borsista di Intercultura diventa un ambasciatore del suo Paese, con uno sguardo speciale, aperto e rivolto al futuro.

Allo stesso modo, per una famiglia ospitante scegliere Intercultura significa confrontarsi con stili di vita, mentalità e culture diverse e i rapporti che nascono tra i ragazzi e le famiglie che li ospitano, tutte volontarie, restano speciali anche ad anni di distanza.

 

Gattinara, 11 ottobre 2017

Dr. Umberto Stupenengo

Ufficio Stampa

 Comune di Gattinara