MARCIA SUI BINARI PER LA RIAPERTURA DELLA SANTHIÀ-ARONA
 

Si terrà sabato 10 marzo, anche in caso di pioggia, la marcia sui binari per chiedere la riapertura della linea ferroviaria Arona – Santhià.

La camminata rappresenta un momento di sensibilizzazione dell’opinione pubblica a favore della riapertura della linea e, in generale, dell’esigenza di garantire al territorio un adeguato servizio di trasporto pubblico locale.

La marcia, promossa dall’Associazione “Ferrovia Internazionale Torino – Svizzera”, partirà dalla stazione di Gattinara per raggiungere Romagnano Sesia, una camminata di circa 3 chilometri lungo la ferrovia sospesa da più di 6 anni.

All’iniziativa, sono state invitate le istituzioni scolastiche e i Sindaci dei comuni interessati da questa importante linea ferroviaria.

Più nel dettaglio, la camminata si svolgerà come segue: Ritrovo presso il Movicentro di Gattinara (Piazza Mazzini, fronte Stazione) alle ore 9.00; Partenza prevista alle ore 9.30; Arrivo alla stazione di Romagnano Sesia e saluto delle autorità.

La Arona – Santhià rappresenta un collegamento ferroviario di primaria importanza per il territorio e per il Nord Piemonte, una “linea cerniera” che collega il capoluogo piemontese con la Svizzera.

L’Associazione, oltre all’iniziativa in programma per sabato 10 marzo, ha promosso anche una petizione on-line sulla piattaforma change.org, attraverso la quale si chiede la riattivazione della linea Arona – Santhià.

 

 

MARCIA SUI BINARI PER LA RIAPERTURA DELLA SANTHIÀ-ARONA
 

È prevista per sabato 10 marzo la marcia sui binari per chiedere la riapertura della linea ferroviaria Arona – Santhià.

La marcia, promossa dall’Associazione “Ferrovia Internazionale Torino – Svizzera”, partirà dalla stazione di Gattinara per raggiungere Romagnano Sesia, una camminata di circa 3 chilometri lungo la ferrovia sospesa da più di 6 anni.

La Arona – Santhià è un tratto fondamentale del collegamento ferroviario tra la Svizzera e Torino rappresenta quindi una linea importantissima per il territorio ma è anche una “linea cerniera” di primaria importanza per tutto il quadrante del Nord Piemonte.

L’Associazione oltre alla Marcia, proposta nel corso dell’incontro che si è tenuto proprio a Gattinara il 16 dicembre scorso, ha promosso anche una petizione on-line sulla piattaforma change.org, attraverso la quale si chiede la riattivazione della linea Arona – Santhià, l’introduzione di treni a media percorrenza via Borgomanero e Domodossola, l’introduzione di treni internazionali anche periodici, in modo da collegare più rapidamente la Liguria e il Piemonte alla Svizzera e di rilanciare lo scalo “Domo2” potenziando il trasporto merci.

«La marcia e la petizione promosse dall’Associazione “Ferrovia Internazionale Torino – Svizzera” – commenta Daniele Baglione, Sindaco di Gattinara – sono iniziative importanti che vanno sostenute. Il trasporto pubblico nel nostro territorio, da quando sono state sospese le linee ferroviarie (la maggior parte delle linee secondarie della Regione Piemonte) presenta non poche criticità, infatti, i servizi sostitutivi con i bus non riescono a supplire alle esigenze della popolazione e, soprattutto, non sono attivi nei giorni festivi.

Proprio nell’ottica di fare fronte comune si è appena costituito il Comitato dei Sindaci dei Comuni serviti dalle linee ferroviarie Domodossola – Arona – Milano, Arona - Novara, Arona - Santhià, Domodossola – Novara, promosso dal Sindaco di Arona, Alberto Gusmeroli.

Proprio nei giorni scorsi – conclude Daniele Baglione, si è tenuto a Torino il primo incontro del Comitato in Regione per approfondire tutte le tematiche relative alle linee ferroviarie del territorio. L’intento è quello di avviare un dialogo costante con tutte le realtà interessate per garantire l’efficienza del trasporto ferroviari laddove esistente e il ripristino dello stesso in tempi ragionevoli laddove invece è venuto a mancare».

 

Gattinara, 21 febbraio 2018

Dr. Umberto Stupenengo

Ufficio Stampa

 Comune di Gattinara