SCALA D’ARTISTA OSPITA LE OPERA DELLA SCUOLA DI PITTURA UNI3 DI OMEGNA
 

Nel mese di ottobre lo spazio espositivo “Scala d’Artista”, presso il Palazzo di Città di Gattinara ospita le opere degli allievi della scuola di pittura UNI3 di Omegna, che ha ottenuto il “Premio speciale” nell’ambito del 2° Concorso d’Arte Contemporanea Città di Gattinara.

È possibile visitare la mostra durante l’apertura al pubblico degli uffici comunali nei seguenti orari: da lunedì a Venerdì 9.00 – 13.00, lunedì e giovedì anche 15.00 – 17.00.

I trenta allievi della scuola di pittura UNI3 di Omegna, guidati dall’Architetto Michela Mirici Cappa, esporranno le proprie opera presso la “Scala d’Artista” in due tempi.

La prima parte della mostra, attualmente visitabile, ha una connotazione maggiormente accademica dedicata allo studio d’autore, i quadri esposti sono infatti ispirati da gruppi scultorei famosi. La seconda parte, nel mese di novembre, avrà un aspetto più creativo con opere ispirate dalla sensibilità dei singoli allievi.

«Solitamente chi pensa ad una scuola di pittura – spiega Michela Mirici Cappa – è portato ad immaginare un’attività organizzata e metodica che, attraverso l’insegnamento collettivo, trasmette i fondamenti del disegno, della composizione, dell’uso del colore ecc. Lo scopo vero della scuola di pittura UNI3 però è quello di riuscire a far acquisire le conoscenze e le tecniche più adeguate, non solo per poter rappresentare al meglio la realtà che ci circonda, ma anche e soprattutto quella che sta dentro di noi.

Concentrarsi sulla pittura porta a vedere il mondo con occhi diversi, ci insegna a scrutare e saper osservare l’esistente e l’inesistente, i sogni e i pensieri».

«Scala d’Artista – spiega il Sindaco Daniele Baglione - consente alle varie espressioni artistiche di mettersi a confronto con un territorio e soprattutto in discussione con un pubblico lontano dal sistema dell’arte contemporanea con l’obiettivo di creare partecipazione, mettere in connessione, in spazi alternativi a quelli istituzionali, valori ed eredità, cultura estetica, nuovi linguaggi, educazione ed esperienza».



 

 

Gattinara, 21 ottobre 2017

Dr. Umberto Stupenengo

Ufficio Stampa

 Comune di Gattinara